Il viaggio

CONDIVIDI INVIA STAMPA

I più grandi massacri della Storia

Pazzia, odio, guerra, religione, brama di potere: poche le ragioni, troppi gli episodi di violenza di cui l'Uomo si è macchiato...

I più grandi massacri della Storia - Pazzia, odio, guerra, religione, brama di potere: poche le ragioni, troppi gli episodi di violenza di cui l'Uomo si è macchiato...
Fotogallery
Fanno parte delle pagine più brutte della storia del nostro pianeta. Fatti incresciosi, dettati da guerre ed odio, religioni e differenziazioni. Oppure, semplicemente, dalla pazzia. Ci sono massacri che non possono essere obliati, luoghi che ancora oggi puzzano di morte in ogni loro angolo. Ci sono viaggi che possono essere utili per non dimenticare, posti che testimoniano gli orrori di cui l’Uomo si è macchiato. E di cui non potrà mai chiedere sufficientemente perdono. A nessuno.  

"Il libro nero dell'umanità", edito da Ponte alle Grazie nella traduzione di Massimiliano Manganelli e Valentina Sichenze, opera di Matthew White, bibliotecario della Virginia, è un trattato di "atrocitologia", termine coniato dallo stesso autore. E ne racconta i peggiori, i più cruenti. A partire dal più grande in assoluto che, secondo White, è la seconda Guerra Mondiale (1939-1945), con 66 milioni di vittime: di queste 42 sono ascrivibili alla responsabilità di Adolf Hitler, compresi i 6 milioni di ebrei massacrati nella Shoah. A seguire i 40 milioni di vittime provocati da Gengis Khan (1206-1227) e le lotte di Mao Zedong (1949-1976). Saltando un po’ di posizioni troviamo Stalin, al settimo posto, responsabile di 20 milioni di morti.

Per quanto riguarda le guerre a sfondo religioso, è quella seguita alla rivolta anti-imperiale di Taiping (1850-1864) guidata da Hong Xiuquan, autoproclamatosi fratello minore di Gesù: 20 milioni di omicidi durante tale repressione, circa tre volte quelle prodotte dalla Guerra dei Trent'anni (1618-1648) fra protestanti e cattolici.

Impossibile parlare di tutte, ovvio. Occorrerebbe citare altre fonti, ma i numeri cambiano e non possono avere valenza storica. Non possiamo però trascurare i 70 milioni di morti tra i nativi dell'America Latina e quelli del Nordamerica. Né tantomeno l’Olocausto Ucraino, l’Holodomor, il cui numero esatto di vittime rimane sconosciuto, ma si potrebbe aggirare tra i 2 ed i 10 milioni. Cifre approssimative? Sì, probabile. Eppure potremmo anche sbagliarle, ma mai, mai scordare che ci siano state.



Leggi anche:
La carneficina sull'Isola
911 suicidi a Jonestown
Il borgo del massacro

Francesco Salvatore Cagnazzo - Nexta

Data: 19/9/2012


Case Vacanza
Comune
Prezzo min(€)
Metri quadri min
Contratto
Tipologia
 
  Powered by
Correlati Foto
La leggenda è realtà! La leggenda è realtà! Otto città da sogno, più o meno reali, da non perdere
Guerra e pace nel mondo Guerra e pace nel mondo Guerre in corso e paci conquistate durante il 2011
Facebook Popolari Amici