News

CONDIVIDI INVIA STAMPA

Guerra e pace nel mondo

Questi sono i paesi da non raggiungere per non rischiare la pelle. I paesi ancora distrutti e uccisi dalla guerra. Ma ci sono anche i più pacifici dell'anno

Guerra e pace nel mondo - Questi sono i paesi da non raggiungere per non rischiare la pelle. I paesi ancora distrutti e uccisi dalla guerra. Ma ci sono anche i più pacifici dell'anno
Fotogallery
Secondo il portale Guerrenelmondo.it, aggiornato a Luglio 2011, in Africa 19 Stati sono sotto conflitto, mentre altri 51 sono teatro di scontri tra milizie-guerriglieri e gruppi separatisti che si fronteggiano aspramente. In Asia invece sono rispettivamente 14 e 59, nel Medio Oriente gli Stati che vivono questa situazione sono rispettivamente 8 e 53. Nelle Americhe sono 3 gli Stati sotto azione militare e 11 quelli funestati da scontri tra cartelli della droga, milizie-guerriglieri e gruppi separatisti. Anche l’Europa, il nostro continente, conosce guerre di cui spesso si ignora l’esistenza: in 9 stati ci sono conflitti, mentre in altri 25 si verificano, più o meno gravi azioni di guerriglia.

L’Institute for Economics & Peace (IEP) ogni anno, da cinque anni, pubblica il Global Peace Index (GPI), la classifica dei paesi più pacifici al mondo. Per farlo utilizza 23 indicatori che vanno dal livello della spesa militare di un paese, alle relazioni con le nazioni confinanti fino al rispetto dei diritti umani, i rischi correlati ad azioni terroristiche ed ovviamente il tasso di criminalità.

Un valore basso di tali indicatori indica che il paese è pacifico, al contrario un alto valore degli stessi segnala la presenza in corso dei conflitti. È l'Islanda la destinazione più tranquilla al mondo. Al secondo posto troviamo la Nuova Zelanda (che precedentemente guidava tale classifica) declassata per il suo aumento di poliziotti e per il numero di detenuti ogni 100mila abitanti. Il terzo posto è occupato dal Giappone, seguito dalla Danimarca che si aggiudica invece il primato europeo, grazie alla sua bassa criminalità e ai pochi detenuti. Il Belpaese non fa bella figura: 45simo posto in classifica, dietro la Francia (al 36simo) e la maggior parte dei paesi europei. Siamo però davanti agli USA, 82simi, se ciò può consolare.

Ultimi posti per tale indice di pacificità per tutti i paesi in guerra e le dittature militari: la Corea del Nord, l'Afganistan, il Sudan, la Somalia e l'Irak, a cui spetta l'ultimo posto assoluto. La Libia (143sima) è scesa di 83 posizioni ed è il paese con il calo più significativo, mentre l’Egitto (73simo) è arretrato di 24 posizioni. Dopo dieci anni di guerra al terrorismo, il rischio di attentati è aumentato in 29 paesi, mentre i livelli di spesa militare, espressi in percentuale sul PIL, sono fortunatamente in calo e le relazioni tra Stati confinanti sono migliorate. 



Leggi anche:
Le città più pericolose 
Quartieri ad alto rischio
Vacanze off-limits

Francesco Salvatore Cagnazzo - Nexta

Data: 16/8/2011


Case Vacanza
Comune
Prezzo min(€)
Metri quadri min
Contratto
Tipologia
 
  Powered by
Correlati Foto
Kuwait  City tra lusso e ... Kuwait City tra lusso e ... Ecco la nuova meta del lusso in Medio Oriente
Il Museo dei Falli Il Museo dei Falli Il Museo Fallologico Islandese vi aspetta a Hsavk
Non  solo spiagge: nudisti ... Non solo spiagge: nudisti ... Dall'America all'Europa, 5 appuntamenti senza veli
Facebook Popolari Amici